2 febbraio 2020 - 17:17:49
categoria: Rubrica
La corsa allo spazio - L'inizio delle ostilit
Cominciamo con questo articolo una serie di racconti riguardanti uno dei momenti pi importanti per la storia dell'uomo e per la scienza: la corsa allo spazio.

Questo primo episodio comincia immediatamente dopo la Seconda guerra mondiale.
La Guerra termina con entrambi i presidenti delle due potenze vincitrici, Krusciov ed Eisenhower, volenterosi di dimostrare ai paesi pi piccoli di essere a capo di paesi grandi e forti, in modo da guadagnare consensi ed alleanze, questo genera una corsa agli armamenti.
Nel 1949 anche lURSS riesce a disporre della bomba atomica, la sfida a questo punto non sta pi nel tipo di ordigno, ma nel modo di lanciarlo per poter colpire il nemico anche da grandissime distanze.
Nel marzo del 1950 viene indetto lAnno geofisico internazionale cio un periodo di ricerca su scala mondiale, rivolto ad una maggior conoscenza del pianeta terra, questo evento sarebbe dovuto durare dal luglio del 1957 al dicembre del 1958. Le due principali potenze Usa ed Urss si mettono al lavoro per sfruttare levento come propaganda.
Il Presidente Eisenhower nel 1955 dichiara che gli Stati Uniti dAmerica saranno in grado di lanciare un satellite entro il 1958 grazie al lavoro delle sue forze armate: La Marina, lEsercito, e lAviazione lavorano allo sviluppo dei nuovi missili balistici intercontinentali.
La sfida tra le due potenze diventa quindi quella di compiere unimpresa scientifica immettendo in orbita il primo satellite della storia. In questo contesto le due principali menti in contrapposizione saranno Wernher von Braun e Sergej Pavlovič Korolv
Von Brown: Di famiglia nobile, ex ufficiale nazista, fu l'ideatore del disegno e della realizzazione dei razzi V-2 utilizzati durante la Seconda guerra mondiale. Assieme ad altri scienziati del suo gruppo, si consegn alle forze statunitensi il 2 maggio 1945. Dopo la guerra Von Braun lavor prima con l'esercito statunitense, dove lanci le V-2 per scopi scientifici, successivamente svilupper i missili del programma spaziale americano.
Korolev: Fu il principale artefice del programma spaziale sovietico.
Nato in Ucraina, si laure come ingegnere progettista aeronautico.
Nel 1938 venne arrestato con la falsa accusa di essere un controrivoluzionario (forse a causa di un collega invidioso dei suoi successi) e trascorse 6 anni nel campo di lavoro di Kolyma, un luogo di detenzione per scienziati. Alla fine della guerra venne riabilitato ed incaricato di studiare le V2 tedesche, dalle quali svilupper i missili R1, R2, R5 ed R7 Semerka, il primo missile balistico intercontinentale.

Allinizio del 1956 nel deserto del Kazakistan, in un luogo chiamato Bajkonur, i sovietici cominciano a costruire una grande base dalla quale potranno lanciale i loro R7, i missili intercontinentali.
Nikita Krusciov quella stessa estate va in visita alla base. Sia gli obiettivi scientifici che militari che gli vengono esposti lo convincono.
Con il consenso del presidente sovietico, viene fondato a Kaliningrad LOKB 1 Opytnoe konstruktorskoe bjuro, cio Ufficio di progettazione sperimentale, il quale si occuper di gestire la futura tecnologia spaziale. Gli OKB erano istituzioni sovietiche nelle quali gruppi di ingegneri lavoravano alla progettazione ed alla creazione di prototipi nel campo della tecnologia avanzata, applicata prevalentemente in ambito militare. in questo momento che lidentit di Sergej Pavlovič Korolv sparisce, per proteggere la sua figura dalle spie americane, e ci si appeller a lui solamente con Il nome di Il Miglior Progettista.
I sovietici dichiarano anchessi di voler mettere in orbita un satellite, nel mondo occidentale in pochi prendono sul serio questa dichiarazione, perch si ritiene che gli americani abbiano una netta superiorit tecnica, lavorando gi da tempo a questo tipo di progetto.
Ma a Bajkonur, dopo tre lanci di un missile R7 senza successo, il 21 agosto 1957 il quarto lancio del razzo R7 Semyorka avviene come da programma, raggiungendo l'altezza e la velocit programmate e rientrando nell'atmosfera terrestre.
Dopo ulteriori prove di lancio Korolv convince la commissione statale a usare il successivo del missile R-7 per il lancio del satellite artificiale PS-1 (Prosteyshiy Sputnik-)1 presto ribattezzato Sputnik che significa Il compagno di viaggio.

Emanuele Anelli
GAM42
Foto dalla galleria
Foto dalla galleria
Nelle aperture al pubblico � consigliata la prenotazione
PRENOTA
Immagine astronomica del giorno
Puoi sostenere la nostra associazione
DONAZIONE
Il cielo sopra l'Osservatorio in diretta
Newsletter

L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter.
Ai sensi del d.lgs. 196/2003, La informiamo che:
a) titolare del trattamento � Gruppo astrofili Messier 42, 26825 Mairago (LO), piazza Roma 2
b) responsabile del trattamento � Fabio Zucconi, 26825 Mairago (LO), piazza Roma 2
c) i Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) soltanto dagli incaricati autorizzati, esclusivamente per dare corso all'invio della newsletter e per l'invio (anche via email) di informazioni relative alle iniziative del Titolare;
d) la comunicazione dei dati � facoltativa, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta;
e) ricorrendone gli estremi, pu� rivolgersi all'indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalit� del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all'invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)
Scheda di valutazione
Scrivici qualsiasi commento riguardante la nostra attivit� in Osservatorio, la struttura, gli eventi, l'organizzazione, il sito internet. Ogni commento o critica sar� ben accetta!
Il GAM42 � sostenuto da




Il sole in questo momento